gambe

Oltre a vari aspetti di questa professione che amiamo, c’è anche il fatto di condividere con Voi tante informazioni.

Qualche giorno fa una ragazza, chiedendo info sulle attività dello Studio Pilates ME, ha manifestato la sua difficoltà nel trovare un allenamento adeguato per rimettersi in forma ma che non sia dannoso per le sue gambe, che da qualche tempo soffrono di varici.
Colgo l’occasione per ricordare i benefici del metodo Pilates anche per queste problematiche, essendo un’attività che si svolge nel totale rispetto del corpo, portando particolare attenzione alla respirazione.

Le vene varicose o varici sono di solito il risultato dell’inefficienza della circolazione venosa.
A seconda della gravità del problema, le vene possono presentarsi più o meno grosse ed essere accompagnate anche da crampi notturni, prurito e gonfiore diffuso.

La cause possono essere di varie origini e si consiglia sempre una visita specialistica.
Ecco comunque qualche consiglio pratico che vi possiamo dare per contrastare l’insufficienza venosa in diverse circostanze:
1. Fare attività fisica moderata favorisce un miglioramento della circolazione sanguigna. Soprattutto per certe professioni che prevedono una prolungata immobilità, si consiglia di alternare piccoli movimenti ai periodi di staticità. (Ricordate che solo dopo 40 minuti seduti le nostre vene cominciano a soffrire!)
Esempio di semplici esercizi da fare: alternare punta/tallone a terra o camminare sulle punte o sui talloni o disegnare dei piccoli cerchi con la punta del piede con entrambe le gambe stese.
2. Preferire attività in cui la respirazione sia lenta e soprattutto profonda.
3. Indossare abiti comodi e freschi. Particolare attenzione va rivolta alla scelta della scarpa: un corretto appoggio plantare è fondamentale per il funzionamento della pompa venosa del piede.
4. Evitare i bagni in acqua calda e finire la doccia rinfrescando le gambe con getti d’acqua dal basso all’alto.
5. Il sovrappeso favorisce la comparsa ed il peggioramento delle varici. La dieta deve mirare ad evitare la stitichezza (frutta, verdura, cibi integrali), bere molta acqua al giorno e preferire cibi ricchi di falavonoidi protettivi come gli agrumi, i frutti di bosco, l’ananas e il grano saraceno.
6. Tenere possibilmente le gambe sollevate di 8-10 cm su un appoggio uniforme durante il sonno.

ultima modifica: 2014-12-14T11:13:58+00:00 da Eva Imbrunito