studio vs palestra

 

MA CHE DIFFERENZA C'È TRA IL PILATES IN STUDIO E QUELLO IN PALESTRA?

Volete iscrivervi a un corso di Pilates ma non siete sicuri se andare in palestra o rivolgervi a uno Studio specializzato? Da quando il Pilates ha preso piede si è imposto come una’attività must per qualsiasi struttura che si occupi di fitness e sport. Risultato: non c’è palestra che non proponga lezioni di Pilates, o addirittura sale adibite in casa per fare Pilates. In qualsiasi città o quartiere abitiate, grande o piccoli che siano, è molto probabile che ci sia attivo un corso di Pilates, la maggior parte delle volte proposto solo come ginnastica a corpo libero (Matwork).

E poi esiste lo Studio Pilates, quella realtà spesso più piccola dove si può praticare solo (o quasi) questa straordinaria attività in maniera specifica.

Come in tutte quelle situazioni in cui ci si trova di fronte a una molteplicità di alternative, orientarsi non è sempre semplice.

La prima osservazione che viene in mente è la più ovvia: se esistono degli studi SPECIALIZZATI nel Pilates ci sarà pure un perchè.

In questo articolo (ispiratomi da colleghi e da domande che quotidianamente ricevo) evidenziamo le sei principali differenze tra il Pilates in studio o in palestra. E poi, a ognuno la propria scelta.

1. Lezioni a numero chiuso e limitato. Lo studio Pilates in genere è una’ambiente di dimensioni ridotte perchè si rivolge a gruppi di allievi più ristretti e con esigenze mirate. Le lezioni si svolgono con un numero limitato di partecipanti, il che garantisce controllo da parte dell’ insegnante e accuratezza nei movimenti che si rivelano così più efficaci. E’ quasi sempre richiesta la prenotazione affinchè ci sia una migliore gestione ed organizzazione da parte dell’insegnante nel preparare e condurre la lezione. La disdetta con almeno 12/24 ore di anticipo per chi non A? abituato a frequentare uno Studio specializzato può sembrare un’ingiustizia: vi garantisco che nel momento in cui doveste trovarvi in lista di attesa per partecipare alle nostre lezioni, capirete il valore di come sia rispettoso (sia nei confronti dei vostri colleghi allievi che nei confronti di noi insegnanti) e di grande utilità la gestione delle disdette per non togliere la possibilità ai veri appassionati di Pilates di praticarlo in uno Studio specializzato. Solitamente invece in un open delle palestre avete la massima libertà di presentarvi o meno.

2. Tante lezioni tra cui scegliere. In uno Studio il calendario di attività è centrato solo sul Pilates (al massimo ci sono 4/5 lezioni di yoga in più) per cui è più probabile trovare lezioni quasi in ogni fascia oraria. Capita a volte che chi si rivolge a noi per informazioni, ci chiede quand’è il corso di Pilates, forse abituato alle proposte delle palestre dove il Pilates è una tra le molteplici discipline attive.

3. Diversi livelli di difficoltà. In uno Studio Pilates le classi sono suddivise per livello di difficoltà e/o bisogni comuni e in genere per i neofiti si svolge una lezione introduttiva per individuare il turno più adatto alle loro esigenze. Ogni allievo trova accanto, sul tappetino o sul reformer, qualcuno che ha più o meno le stesse esigenze. Alcune lezioni sono addirittura strutturate per approfondire e affrontare al meglio patologie e/o specifici bisogni con opportune e mirate sequenze di esercizi (denominate miniclass).

4. La’atmosfera giusta. Il Pilates A? una disciplina che richiede concentrazione e praticarlo in un ambiente dedicato, senza troppe distrazioni, è certamente un punto a favore dello studio Pilates. In palestra, in talune circostanze, la musica e i rumori che provengono dall’ esterno non favoriscono di certo la concentrazione. Inoltre può capitare (e spesso accade) che la sala in cui si svolge la lezione di Pilates sia la stessa che poco prima ha ospitato una lezione di aerobica o step e dopo attende gli allievi del crossfit (o viceversa), con relativi disagi annessi.

5. Uno studio all’avanguardia. Lo studio basa la sua esistenza sul Pilates e quindi è in un certo senso obbligato (fortunatamente) a proporre la massima qualità di questa disciplina in termine di insegnanti qualificati con le migliori scuole riconosciute a livello internazionale e in continuo aggiornamento e di novità nelle attrezzature con gli ultimi arrivati tra i piccoli attrezzi e le macchine. Questi requisiti sono garanza di un’esperienza sempre all’ altezza delle richieste dei clienti più attenti e giustamente esigenti per il proprio stato di benessere psico-fisico, che sempre più spesso si rivolgono a noi come naturale percorso successivo ad un periodo riabilitativo, oppure per integrare la loro preparazione atletica o come allenamento che garantisce loro uno stato salute diffuso.

6. Rapporto qualità-prezzo. Il Pilates in studio costa in genere di più rispetto che in palestra dove spesso lo si inserisce all’ interno di un pacchetto che propone tante altre discipline.

Con questo non vogliamo sminuire le palestre, ma certificare una vera differenza in termini di qualità che esiste tra le lezioni svolte presso il nostro Studio (specializzato nel metodo di allenamento Pilates) e le lezioni svolte in palestra. Ecco perchè ci teniamo a sottolineare che non siamo una Palestra, bensì uno Studio. La differenza oseremmo dire non può essere solo considerata come una diversità di concetto e qualità, ma è una vera differenza legata ai numeri! Questi numeri di qualità riguardo la disciplina, spiegano anche perchè in uno Studio Pilates le sedute sono normalmente più care rispetto alla palestra.

ultima modifica: 2017-01-16T18:43:46+00:00 da Eva Imbrunito

Pin It on Pinterest

Share This